Rockit

di Giandomenico Piccolo

Poche presentazioni e focus che si sposta direttamente sulla “sostanza”: non ci tiene molto alle circostanze l’artista Sol21, quello che conta è la musica quindi approcciamo senza passare dal via l’ascolto della sua seconda opera discografica, l’extended play autoprodotto “Siamo davvero liberi?”.

Cinque tracce nate sotto il segno della totale indipendenza, l’artista di stanza a Milano compone, registra e produce la sua proposta in totale autonomia; il risultato è un ascolto gradevole, ben equilibrato e caratterizzato dalla giusta componente di vita vissuta. Sorprende, in positivo, la capacità di commisurare bene gli elementi musicali da coinvolgere in ogni brano, ed in tale ottica “Stele Iblea” brilla di luce propria come discreto ed efficace pezzo di rock alternativo, abile ad ammiccare positivamente all’orecchio dell’ascoltatore.

Musicista, maestro precario, giornalista: Sol21 è uno e trino, ed è quasi un peccato che voglia mantenere l’anonimato in quanto sembrano esserci, in questo elaborato, contenuti importanti che evadono da un discorso squisitamente musicale. O forse è meglio così: quello che conta è che “Siamo davvero liberi?” è un disco piacevole da ascoltare in attesa della prossima proposta d’inediti.

Pubblicata il 6 Aprile 2020 Leggi sul sito Rocki.it

TORNA ALLE RECENSIONI